Percorsi didattici:
- di educazione allo sviluppo e all’intercultura per le scuole quali  luoghi
- di educazione e di formazione per l’attivazione di  processi di conoscenza e di pensiero critico.

 

Educazione allo sviluppo perchè…..

favorisce la conoscenza delle problematiche politiche, storiche, economiche dell’interdipendenza tra il nord e il sud del mondo allo scopo di stimolare il cambiamento della mentalità, del comportamento e delle nostre attitudini in vista della responsabilizzazione di ognuno di noi  nei confronti della vita di tutti e delle risorse della terra.

Si tratta di favorire la consapevolezza che i nostri consumi, la nostra mentalitĂ , il nostro modo di vita influisce fortemente sulle condizioni di vita degli altri popoli.

L’educazione allo sviluppo è un’azione politica, umana,  prima che tecnica,  implica un prendere parte agli interessi dei più deboli, degli emarginati ed è considerata come educazione all’ambiente, ai rapporti, alla pace, ai diritti, all’intercultura.

Educazione interculturale  perchè….

è  strumento di prevenzione dell’intolleranza e del razzismo e  rappresenta il nuovo epicentro del dibattito pedagogico, il vero nuovo cantiere aperto nella scuola e nella società, per la sperimentazione di  metodologie didattiche in grado di innovare il dialogo educativo, per la formazione dei giovani  ad  una coscienza aperta al mondo intero, ad un profondo senso civico imperniato sui valori della solidarietà e della pace.

Dal 1994  la N:EA ha avviato una ricerca/azione che ha portato all’elaborazione di percorsi didattici sperimentati e attivati nelle scuole di Napoli e della sua provincia.