Il progetto “Knowledge Health and Food for All” è una campagna di educazione allo sviluppo co-finanziata dalla Commissione Europea e realizzata da ong e associazioni di Italia, Spagna, Bolivia, India ed Ecuador. L’iniziativa ha l’obiettivo di sensibilizzare e mobilitare le istituzioni e i Decision Makers dei Paesi coinvolti a favore di una positiva e sostenibile applicazione dei Diritti di proprietĂ  intellettuale (Dpi) nei processi di sviluppo dei Paesi del sud del mondo.

Nella prima fase del progetto, tre gruppi di lavoro composti da esperti, accademici e operatori della cooperazione allo sviluppo hanno realizzato un’approfondita analisi dell’impatto dei Diritti di proprietĂ  intellettuale sulla sovranitĂ  alimentare, sul diritto alla salute e sulla tutela dei saperi e della biodiversitĂ  nel Sud, ma anche nel Nord del mondo.

In base a tali analisi, la campagna prevede attivitĂ  di informazione e sensibilizzazione della societĂ  civile e di advocacy e lobbying sulle istituzioni nazionali e internazionali, per promuovere una sostenibile applicazione dei diritti di proprietĂ  intellettuale.

 

SBLOCCHIAMO IL DIRITTO AL CIBO! STOP LANDsblocchiamoli GRABBING!

Un seminario di studio e un evento con spettacolo teatrale e proiezioni per informare su come tutelare il diritto al cibo dalle politiche commerciali e dalla costante brevettabilitĂ  dei beni comuni.

L’iniziativa è stata organizzata da N:EA (Napoli :Europa Africa) – Ong (Organizzazione non governativa) partner della della Campagna SBLOCCHIAMOLI nell’ambito del progetto “Knowledge, Health and Food for all” co-finanziato dalla Commissione Europea.

Il 18 novembre, il seminario di approfondimento “Sblocchiamo il diritto al cibo, cosa c’entrano i brevetti con la sovranitĂ  alimentare” ha coinvolto amministratori pubblici, esperti e reti contadine e del territorio nella discussione su come coniugare lo sviluppo locale con la tutela dell’ambiente e dei beni comuni. Tra le materie trattate: la dirimente questione del land grabbing, la sostenibilitĂ  e l’impatto delle politiche pubbliche nel settore dell’agroindustria, la tutela delle sementi libere da brevetto e la valorizzazione dei saperi locali e delle buone pratiche delle reti contadine. A conclusione del seminario, gli amministratori locali hanno “sbloccato” simbolicamente un grosso lucchetto colorato, simbolo della Campagna.

INTERVISTE

Alberto Lucarelli – Assessore Beni Comuni – Comune di Napoli

Prof. Renato Briganti

 

La N:EA ha partecipato alla conferenza dei movimenti contadini internazionali dal 17 al 20 novembre 2011 che si è tenuta a Nyeleni (Mali)


STOP LAND GRABBING! NO ALL’ESPROPRIAZIONI DI TERRA IN AFRICA!

Scarica la dichiarazione sottoscritta dal movimento contadino

In basso due interviste realizzate a Ginevra durante il WTO Public Forum 2011 al prof. Carlos Correa (avvocato ed economista argentino) a Lori Wallach americana leader di Public Citizen.

 

Lori Wallach (Public Citizen)

Martin Khor – South Centre